La Sibilla del Centro

Che tu sia la Benvenuta Sibilla del Centro, Una e Multiforme.
Tu che sei la Sapiente e l’Iniziatrice, Regina e Madre di Trasformazione.
Tu che sei la Risvegliatrice, l’Arcaica Dea dei Serpenti, il Potere stravolgente di Medusa, il Respiro di Fuoco, l’Ardente Danza Serpentina che si muove, fluida e avvolgente, sul Corpo, che si disegna nel Movimento come Spirale di Vita e Desiderio, che inebria e accende i Sensi ed esplode sensuale e inebriante, sprigionando tutto il Piacere dell’Amore e dell’Abbandonarsi alla sua Estasi.
Tu che sei l’Ascesa della Kundalini, la Cosmica e Appassionata Forza della Shakti, la Maschera di Gorgone dal rosso volto, incoronata di Serpenti, che incarna il Fuoco del Risveglio, la Fiamma della Creazione e della Distruzione, i Misteri della Morte e della Rinascita.
Tu, i cui Occhi sono Specchi, che rapiscono e incantano l’Anima,Sollevandone tutti i Veli, penetrandone i Misteri e spogliandola delle sue Verità.
Tu, sulle cui Labbra si schiudono Rose e Spine pungenti e dalla cui bocca si bacia l’ambrato Nettare della Voce della Dea e gli oracoli nascosti nei Sibili del Vento e dei suoi Serpenti.
Tu che sei la Saggezza Oracolare, il Soffio Profetico, la Rivelazione del Sogno, la Visione Sfolgorante e il Rapimento Estatico.
Tu che sei la Primordiale Memoria che scaturisce dalle profondità della Terra e che scorre attraverso le Acque delle Sorgenti.
Tu che sei la Forza intuitiva dell’Istinto, la Natura Indomabile e la Danza Selvatica.
Tu che sei la Madre Ancestrale, la Pietra Nera caduta dal Cielo, il Corpo della Dea disceso dalle Stelle, la Guardiana del Tempio e del Tempo.
Tu che sei la Cantante della Canzone dell’Anima, la Coppa innalzata alla Luna, il Cuore di Rubino, l’Argentea Roccia che accoglie l’Antica Saggezza e ne protegge i Segreti, l’umida e oscura Grotta dei Desideri, la Dimora Sotterranea del Respiro della Grande Madre.
Tu che ci conduci oltre le Mistiche Nebbie, attraverso i Mondi, fino al centro del Labirinto, per danzare la Vita dentro e oltre il Tempo, per danzare con la Fonte segreta del nostro Potere e l’Essenza della Creazione, ricongiungendo la Dea al Dio e avvolgendo, dalle Radici alla Corona, il Corpo dell’Anima con le Rosse Spirali del Risveglio.